Molitura


Appena arrivate al frantoio le olive vengono scaricate e attraverso nastri meccanici avviate al lavaggio con acqua. Oltre ad essere adeguatamente lavate le olive vengono, in questa fase, separate dalle foglie dell'olivo e dai rametti presenti a seguito della raccolta.

Le olive appena lavate vengono avviate al frangitore che per mezzo di martelletti, rulli, viti senza fine o coni, provvede a ridurre in pasta i frutti. La pasta di olive viene successivamente inviata alla gramolatrice che attraverso pale meccaniche con un lento rimescolamento rompe l'emulsione tra olio e acqua di vegetazione presente nell'oliva al momento della raccolta. In questo modo si vengono a formare gocce di olio di oliva sempre più grandi. A questo punto la pasta di olive passa al separatore o decanter che provvede a separare parte solida (bucce, polpa e frammenti di nocciolo), acqua di vegetazione e olio di oliva. Anche in tutte queste fasi attenzione ed esperienza sono indispensabili per ottenere un ottimo olio di oliva. Durante tutto il processo di frangitura la temperatura della pasta di olive non deve mai superare i 27° per non disperdere i preziosi componenti contenuti nell'oliva e per non degradare la caratteristiche organolettiche dell'olio.