L'oliveto


Per produrre oli e elevato valore nutrizionale l'oliveto deve rispondere ai seguenti criteri:

Selezione delle varietà delle olive
Le varietà devono essere selezionate a seconda del luogo perché rispettando il clima e la natura del terreno gli olivi possano produrre meglio e durare nel tempo. La selezione varietale dovrà rispondere anche al particolare sapore che si vuole ottenere per l'olio prodotto.

Composizione chimico-fisica del terreno
La composizione del terreno è molto importante per la salute dell'olivo, ma anche per il gusto che prenderà il suo olio. La stessa varietà di olivo produce oli di sapore diverso a seconda della regione di appartenenza.

Esposizione e pendenza del terreno
Anche questi elementi influenzano la qualità del prodotto oltre che la salute della pianta. Oliveti con esposizione a venti freddi rischiano gelate invernali, se posti in pendenza eccessiva il terreno risulterà povero di componenti preziosi per la pianta. Nel caso l'oliveto sia esposto a venti marini sarà più esposto agli attacchi di parassiti come la mosca olearia.

Possibilità di irrigazione
E' un fattore molto rilevante, infatti con un'irrigazione a goccia nei periodi di siccità si possono avere raccolti più abbondanti e costanti. Anche la qualità dell'olio prodotto migliora sensibilmente dal punto di vista organolettico.

Quantità e distribuzione annua delle piogge
In oliveti privi di sistemi di irrigazione la quantità e la distribuzione delle piogge diventano decisivi per ottenere raccolti sani e abbondanti, con conseguente ottima qualità organolettica.

Tipo e frequenza delle potature
Il tipo e la frequenza delle potature hanno molta influenza sul tipo di raccolta che sarà possibile effettuare, manuale o meccanica, queste operazioni sono importanti anche per la quantità di olio che la pianta produrrà.